Il team di Luigino Fiocco: Cesare Gualdoni

ACS srl: chi era costei? Mistero. Per averne idea bisogna tornare indietro nel tempo e ricordare il nome  di Cesare Gualdoni, personaggio bizzarro scaturito dalle brume del bergamasco per approdare alla miniera di Funtana Raminosa a Gadoni. A quei tempi la miniera era in via di dismissione e c’erano da sistemare i minatori, per i quali, come usava un tempo, la proprietà era disponibile a pagare  un tot di denari per levarseli di torno. Luigino Fiocco e Cesare Gualdoni costituirono la ACS srl (Advanced Composites Sardegna srl) e si proposero per riconvertire la miniera utilizzando un capannone del complesso industriale e le maestranze a spasso per produrre improbabili telai di bicicletta in fibra di carbonio, ruote in fibra di carbonio e soprattutto bufale in fibra di carbonio. Il gioco fu il solito: intascati i soldi, Luigino Fiocco e Cesare Gualdoni dichiararono l’acquisto di attrezzature (farlocche) ad alta tecnologia per la produzione e fecero uscire i quattrini dalla società, utilizzando l’onnipresente BEA srl, che non dichiarava l’iva. Senza prodotti e senza mercato, le difficoltà non tardarono a manifestarsi, finché l’assistenza pubblica sotto forma di prepensionamenti e cassa integrazione chiuse la triste vicenda. Alcuni articoli della stampa locale rammentano il clima di quegli anni, in cui Pietro Fiocco, fratello di Luigi Fiocco, esordì in Sardegna in qualità di direttore di produzione, ruolo che avrebbe in seguito ricoperto anche presso l’Aviotech di Villacidro.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s